Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

 

Tutti dovremmo riferirci sempre alla cosiddetta regola delle 4 M.

 

Talvolta, presi dall'abitudine o falsamente consapevoli delle "nostre capacità", disattendiamo anche le più elementari regole di sicurezza, trasformando l'arte del volo in un susseguirsi di approssimazioni.

 

In qualsiasi volo il limite tra una splendida magia ed un indimenticabile incubo è segnato dall'accuratezza del rispetto delle procedure.

 

Mi piace ricordare ai miei allievi che per volare ci vuole CIPRIA.

Curiosità: che spinge un "bipede terrestre" a voler somigliare ad un uccello;

Istruzione: senza cui la semplice curiosità resta tale, senza mai trasformarsi in cultura;

Prudenza: non paura, ma un intelligente modo d'affrontare quanto appreso;

Rigore: indispensabile per non essere sopraffatti dal disastroso pressappochismo;

Intraprendenza: che permette al pilota di superare i limiti del proprio essere "bipede terrestre";

Allenamento: volando, volando, volando ... VOLANDO!

 

Di seguito pubblico il promemoria che la FIVU propose per la sicurezza volo.

 

Divisa in tre parti per mera questione di peso nel download, la pubblicazione può essere riaccorpata in un unico volumetto.

 

Il ringraziamento agli autori tutti ed alla FIVU per il buon lavoro messo a disposizione dei più è d'obbligo.

 

Grazie 

Pietro NAPOLITANO